Apple presenta homepod di seconda generazione dopo anni senza aggiornamenti.

Apple è entusiasta nel 2023. Dopo i nuovi computer con Apple M2, la società ha presentato la seconda generazione di HomePod mercoledì (23), che offre audio spaziale, ha ottenuto funzionalità più intelligenti ed è completamente integrato con Siri. Il dispositivo è ancora compatibile con Matter, ma ha mantenuto lo stesso aspetto del modello precedente, rilasciato sei anni fa.

Questo è il primo aggiornamento dell’edizione convenzionale degli altoparlanti intelligenti di Apple dal 2017. All’epoca, il dispositivo ha attirato l’attenzione per essere una risposta ai dispositivi intelligenti, come i prodotti delle linee Echo (Amazon) e Nest (Google).

Ma da allora, sembra che Apple abbia lasciato parzialmente da parte il prodotto, poiché ha lanciato il modello Mini solo nel 2020.

Ora, Apple sta portando notizie all’edizione convenzionale. A partire dal look che segue la stessa estetica di una matassa di lana, ma ora tutto questo materiale è realizzato con un tessuto a rete riciclato al 100%.

Il dispositivo porta anche un cavo di alimentazione attorcigliato nello stesso colore del gadget.

La parte superiore sensibile al tocco continua. Attraverso di esso, è possibile controllare il volume e altre funzioni del dispositivo.

A proposito, Apple ha mantenuto la possibilità di trasferire la riproduzione dei contenuti dall’iPhone alla cassa armonica toccando il telefono su HomePod.

L’aggiornamento porta audio spaziale e suono regolabile
Gli utenti di Apple Music saranno anche in grado di sfruttare tutte le funzionalità della piattaforma di streaming, incluso l’audio spaziale che offre un’esperienza coinvolgente.

Ma questo non è l’unico differenziale in termini di audio. Secondo Apple, il lancio ha “bassi ricchi e profondi e alte frequenze impressionanti”.

Tutto questo è fornito dal woofer ad alta escursione da 4 pollici e dal set di cinque tweeter cornuti, ognuno con il proprio magnete al neodimio.

L’HomePod di seconda generazione offre anche un microfono interno di calibrazione a bassa frequenza per la correzione automatica dei bassi. Inoltre, il chip S7 combina software e hardware per garantire la migliore qualità audio possibile.

Per completare, il dispositivo rileva l’ambiente per riconoscere i riflessi sonori dalle superfici vicine. Pertanto, HomePod è in grado di determinare se è contro un muro o indipendente e quindi adatta il suono in tempo reale.

HomePod è integrato con i prodotti Apple
Oltre a Siri, che offre numerose funzioni di altoparlanti intelligenti, l’HomePod di seconda generazione fa parte dell’ecosistema Apple.

Ciò significa che puoi usarlo in combinazione con altri prodotti di marca, come il trasferimento della riproduzione musicale da iPhone alla cassa armonica.

Se hai altri altoparlanti Apple a casa, puoi collegarli per ascoltare la stessa musica in stanze diverse della tua casa. È inoltre possibile posizionare due unità dispositivo affiancate per creare una coppia stereo.

I possessori di Apple TV 4K possono anche sfruttare la versatilità del dispositivo. Dopotutto, la cassa armonica può essere abbinata al dispositivo per fornire un audio migliore e più coinvolgente durante la visione di film e programmi TV.

La versione è anche compatibile con Matter per connettersi ad altri dispositivi domestici collegati.

La cassa armonica rileva gli avvisi di fumo
Un’altra funzione intelligente si concentra sul riconoscimento del suono. Apple spiega che l’HomePod di seconda generazione è in grado di rilevare l’allarme di fumo o monossido di carbonio per inviare una notifica al telefono dell’utente.

Ci sono anche nuovi sensori di umidità e temperatura per misurare gli ambienti interni. Pertanto, è possibile creare scenari per attivare la ventola o accendere automaticamente il condizionatore d’aria quando è troppo caldo, ad esempio.

Una risorsa che io, come carioca e calorento, userei molto.

Siri è un’altra ciliegina sulla torta. Oltre a offrire i comandi già noti agli utenti di iPhone, è anche possibile pianificare le azioni, come in Alexa di Echo Dot.

Pertanto, semplicemente dicendo “Buongiorno”, l’assistente virtuale può attivare una sequenza di comandi definiti dall’utente.

“HomePod può anche riconoscere fino a sei voci, in modo che ogni membro della casa possa ascoltare le proprie playlist personali, richiedere promemoria e impostare eventi del calendario”, hanno annunciato.

E, naturalmente, Apple garantisce che i dati HomePod siano crittografati end-to-end.

Prezzo e disponibilità
L’HomePod di seconda generazione è già in pre-ordine negli Stati Uniti e raggiungerà i consumatori il 3 febbraio 2023.

Lì, la cassa armonica costa US $ 299.